Guide

La cucina come luogo da vivere

La cucina costituisce il fulcro di ogni casa, come ambiente destinato a svolgere un ruolo da protagonista, prima come luogo strettamente pratico legato alla preparazione dei pasti, e poi anche come spazio di condivisione e di interazione per la propria famiglia. Considerata la vasta gamma di modalità progettuali, combinazioni di colori, disposizioni, dimensioni e posizionamento, rappresenta senza esitazioni uno degli ambienti più complessi da pensare, progettare e realizzare, proprio perché entrano in gioco diverse variabili da tenere in considerazione per valorizzare al massimo le proprie possibilità.
Che vogliate progettarla da zero per la vostra nuova casa, o ristrutturarne una già esistente, è fondamentale renderla unica in base alle preferenze individuali, ponendo un accento particolare sui dettagli e sui punti chiave da tenere in considerazione per evitare sviste e imprecisioni, determinanti nell’utilizzo a lungo termine. In questa guida approfondita vi daremo tutte quelle informazioni necessarie per progettare il vostro ambiente dei sogni, massimizzando ogni spazio e ogni possibilità e garantendo una durata nel tempo eccezionale.

Cucina con isola 36e8 glass

Esercizio di stile
In molti casi la scelta della tipologia di cucina viene instradata dai consigli di amici e conoscenti o anche da pubblicità e fotografie viste in televisione o su internet. Il primo passo è quello di considerare e valutare lo spazio a nostra disposizione e la gamma di ambienti esistenti, per massimizzarne la funzionalità e l’estetica. Partiamo dalle cucine più diffuse che sempre più spesso adornano i saloni e i negozi: quelle lineari. Questa tipologia di cucina sfrutta una progettazione su singola parete, ottenendo il massimo rendimento da una struttura semplice e organizzata. In alcuni casi, come quello di ambienti molto stretti, potrebbe rappresentare una scelta quasi obbligata per rendere l’ambiente bello e soprattutto funzionale. Il risultato di questa scelta è quello di una cucina compatta, nella quale ogni elettrodomestico e ogni accessorio è a portata di mano, lasciando lo spazio necessario per un tavolo destinato alla consumazione dei pasti. Per considerare alcuni esempi potreste far riferimento ad una soluzione Lago Cucine, con il modello lineare 36e8 Glass o Wildwood tra il pregio dell’eleganza e un’anima completamente tecnologica; anche La Casa Modernapropone una soluzione originale e minimal con Pratica 05. Una particolare variante della cucina lineare invece è la categoria angolare.

 

A differenza della categoria appena affrontata, una cucina angolare va a sfruttare in maniera confortevole e funzionale ambienti più spaziosi, avvolgendo la stanza su due lati, anche se, con le dovute accortezze può sfruttare ogni tipo di ambiente a seconda del bisogno. In questo modo la cucina potrà essere organizzata liberamente, senza alcuna limitazione, per rendere più comodi i movimenti e l’interazione con il lavello, i fuochi, il frigorifero e il forno. Oltre a fornire l’opportunità di un comfort di grado superiore, riempie lo spazio creando una continuità estetica e visuale per un colpo d’occhio unico. Potrete passare dall’essenzialità contemporanea di Pratica 13 de La Casa Moderna, per sfruttare ogni singolo centimetro perfino in altezza, al decò un po’ vintage di Pratica 14, con una struttura più aperta e luminosa; non mancano altri modelli, come ad esempio Lounge, di Veneta Cucine, che garantisce un aspetto ordinato e funzionale allo stesso tempo.
Le ultime due categorie da tenere in considerazione sono le cucine con penisola e le cucine con isola. Si tratta di soluzioni perfette per le cucine più voluminose, soprattutto nei locali open space. Partendo da quelle con penisola, meno estreme rispetto alle cucine con isola, offrono la possibilità di collegare un bancone per la colazione, uno snack o un pasto veloce, fungendo al tempo stesso da separazione per il soggiorno o per la zona living.

 

Cucina con penisola 36e8 Marble Xglass

Le cucine con penisola si prestano alla personalizzazione più totale, partendo innanzitutto dalle dimensioni della penisola stessa, che può occupare una vasta porzione dell’ambiente, fino ad una soluzione più contenuta, che rispecchi quell’idea di cucina, ma senza un ingombro eccessivo. Lo stile della penisola diventa il tratto chiave della cucina, in grado di cambiare profondamente la sua espressione all’interno del contesto casalingo.Lago Design adotta soluzioni ispirate maggiormente ad una progettazione minimale, con la collezione 36e8 Fenix, Glass e , Marble Xglass, per una penisola quasi invisibile dal design raffinato e prezioso, mentre ad esempio , Veneta Cucine offre delle penisole più grandi, dal tratto pieno e accogliente come il modello Ri-Flex e , Oyster. Valcucine d’altro canto ha pensato a delle cucine senza compromessi, con l’impiego di materiali innovativi e al tempo stesso eco-sostenibili, tra le trasparenze del vetro e il calore del legno più pregiato, come quelle del modello , Genius Loci. Arriviamo infine alle cucine con isola: eleganti, comode e uniche nel loro genere, permettono ai vari brand di sbizzarrirsi nei modi più disparati, creando ambienti affascinanti e seducenti. Tra i best-seller e icone di questo genere spiccano la cucina , Artematica di , Valcucine e quelle della collezione , 36e8 di , Lago Design , personalizzabili a seconda delle esigenze. A seconda della scelta del piano è possibile sfruttare le isole e le penisole di queste cucine con la funzione di tavolo, per regalare una doppia anima funzionale e pratica.

 

Sfumature di design

Cucina completa e versatile Artemica

Risolta la questione della scelta del tipo di cucina, siete a buon punto, ma non tanto da cominciare a rilassarvi: rimangono tanti dettagli da definire, come ad esempio la scelta dello stile, del colore, delle rifiniture e perfino dei materiali. Si tratta di elementi che determineranno il look della zona cucina e soprattutto la sua durata nel tempo a seconda del vostro utilizzo e delle vostre abitudini. Per trattare della scelta dello stile di una cucina, si potrebbe scrivere un manuale a parte, ma in questo caso, se non avete alcuna idea su come abbinare i vostri nuovi arredi a quelli che avete già in casa, il supporto di un esperto interior designer sarà fondamentale: dalle cucine eleganti e contemporanee dalle linee minimali, fino a quelle più orientate verso un design industriale, caratterizzate dall’impiego di materiali che legano design e funzionalità. La scelta del colore è uno di quegli aspetti legato prevalentemente alle vostre preferenze personali e su cui è difficile discutere, ma ci sono comunque dei consigli da valutare e su cui riflettere: in ambienti ristretti e di piccole dimensioni sarebbe opportuno scegliere dei colori chiari, in grado di esaltare lo spazio e illuminare la stanza, senza renderla ancora più claustrofobica; il bianco invece è uno di quei colori che si adattano alla perfezione in situazioni difficili nell’accostamento ad altri elementi di arredo già presenti in casa. Se il vostro colore preferito non si adatta a quello dei vostri arredi, la scelta di una cucina bianca risolverà immediatamente ogni discrepanza e incompatibilità cromatica. Spesso però, soprattutto nei saloni e nelle esposizioni, è possibile ammirare delle cucine dai colori forti e sgargianti: ma in quali casi è possibile scegliere questo tipo tinte e sfumature? Se intendete dare una forte personalità alla vostra cucina, per porla al centro dell’attenzione come protagonista essenziale della casa, allora la scelta di queste tinte permetterà di raggiungere l’obiettivo prefissato. Infine, le colorazioni materiche garantiscono una vasta gamma di vibrazioni di luce, per sensazioni ed emozioni diverse ogni volta che ci soffermiamo ad ammirare la nostra cucina: uno stile intimo e personale dall’ispirazione artistica ed espressiva. Colori e look viaggiano in linea parallela con la scelta dei rivestimenti e del piano di lavoro e, a seconda del composto, daremo uno stile unico e originale alle linee della cucina. La scelta tra lamianto, materiali lapidei o anche l’acciaio inox per il piano di lavoro trasforma l’anima estetica e funzionale del nostro ambiente, oltre a rappresentare una differenza consistente nel costo finale del prodotto. Il laminato vi consentirà di risparmiare qualcosa nella scelta di una cucina meno elitaria per una scelta meno impegnativa, mentre ad esempio la scelta del marmo potrà fornire uno stile unico e inimitabile grazie alle venature eleganti della sua espressività. Anche l’acciaio rappresenta un’ottima scelta, soprattutto per chi cerca una cucina pratica e funzionale, comoda nell’utilizzo e facile da gestire e pulire nel corso della giornata, per uno stile asettico ed elegante. Infine, non possiamo tralasciare anche i piani sintetici, che “imitano” i piani naturali più pregiati, e i piani in vetro temprato, dalle linee eleganti e moderne.

 

Prima funzionale,poi affascinante

 

Progettare una cucina ergonomica significa prendere in considerazione tutta una serie di accorgimenti e soluzioni che riescano a ottimizzare la disposizione degli elementi di arredo e degli elettrodomestici che compongono l’ambiente. Gli elementi da tenere in considerazione sono innumerevoli: partendo dall’altezza dei pensili fino alla profondità del piano cucina e il posizionamento del lavello e del piano cottura, ogni opzione apre una nuova finestra e una nuova possibilità di progettazione, da modellare accuratamente sulla fisionomia di chi la cucina la adopera quotidianamente. Gli studi sull’efficienza di una cucina hanno dato vita ad una delle relazioni e dei risultati più importanti del settore, attraverso lo schema del triangolo di lavoro , schematico e conciso al tempo stesso. Cinque le aree di attività, tre invece quelle fondamentali per l’organizzazione degli arredi: lavaggio, cottura e conservazione come modello fondamentale, a cui aggiungere la zona preparazione e la zona utensili . Nella progettazione di una cucina lineare occorre tenere in considerazione una distanza minima di 60cm per la preparazione dei cibi tra la zona lavaggio e la zona cottura, posizionando preferibilmente forno e microonde in un’unica colonna e invece la lavastoviglie a destra del lavello (o a sinistra nel caso di persone mancine). Per le cucine con isola o penisola invece bisogna considerare uno spazio di almeno 90 cm, preferibilmente di 120cm tra gli arredi a parete e l’isola centrale, per permettere un passaggio agevole; particolare importanza riveste anche la divisione delle varie zone, per evitare un movimento eccessivo durante le ore passate a cucinare. Un esercizio pratico, efficace e divertente, è quello di provare a simulare i movimenti per la preparazione di un piatto, dalla scelta dei cibi nel frigorifero, fino alla preparazione vera e propria e al lavaggio delle stoviglie: in questo modo saranno immediatamente visibili eventuali criticità nel design, che potranno anche variare a seconda delle abitudini e delle preferenze di ognuno di noi. Questa prova diventa ancora più effettiva se fatta in coppia, simulando quindi una cucina “sovraffollata” e con spazi ancora più ridotti e intralci ben più evidenti.

 

Cucina con penisola 36e8 fenix

Una sfida progettuale
Come appena visto, progettare una cucina è una sfida intensa, che nasconde mille insidie e altrettanti accorgimenti, che solo i professionisti del settore possono aiutarvi a comprendere e affrontare fino in fondo. Da Fattorini Design le vostre esigenze sono al centro del nostro modus operandi, specialmente tenendo in considerazione che il mondo delle cucine è tra i più costosi del mondo dell’arredamento, con prezzi che partono dai 4.200 euro della Cucina Pratica Ada by La Casa Moderna , passando per alcuni modelli ormai iconici e best-seller del settore come quelle della serie 36e8 firmate Lago Design con prezzi a partire da 8.000 euro, fino ad arrivare alle soluzioni più esclusive del mercato di Veneta Cucine e Valcucine tra i 15.000 e i 40.000 euro. Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri clienti un ideatore, architetto o interior designer, che riesca a dedicarsi ad ogni progetto con un’attenzione particolare perfino al prezzo delle soluzioni offerte e con tutte le garanzie del caso, per farvi toccare direttamente con mano la qualità e le finiture di ogni progetto. Nei nostri tre showroom e negozi di arredamento di Roma troverete una schiera di professionisti a vostra disposizione, per confezionare una proposta su misura in base alle vostre esigenze e alle vostre possibilità. Passateci a trovare in negozio, chiamate o contattateci su Whatsapp per avere maggiori informazioni e concordare un appuntamento dedicato!