Progetti

Il progetto Valcucine

Trent’anni di ricerca sui materiali e un’attenzione incessante all’ambiente, sono questi gli elementi che definiscono Valcucine, oggi un brand fra i più riconosciuti e rappresentativi del made in Italy nel mondo, che vede l’apertura in sinergia con Fattorini del nuovo spazio a Roma, in Viale Trastevere 123.

«Fin dagli inizi abbiamo valutato con attenzione i brand partner da inserire nei nostri showroom –racconta Catia Fattorini – scegliendo non solo le aziende con alti standard qualitativi e più rappresentative del made in Italy ma, soprattutto, quelle alle quali ci sentivamo più vicini per i valori di cui si facevano portatrici. Oggi, dopo 25 anni di attività, con l’apertura del nuovo punto vendita monomarca Valcucine, confermiamo questa scelta con convinzione, felici di proseguire un percorso di stima, che ci vede condividere sia i valori umani che le pratiche professionali».

Dalla sua fondazione nel 1980 in Friuli-Venezia Giulia Valcucine si è presto distinta nello scenario internazionale della produzione di cucine grazie a un approccio rivoluzionario che unisce design, ergonomia ed eco-sostenibilità, puntando a creare una nuova esperienza d’uso, che possa accrescerne l’utilità e le prestazioni, per dirla con le parole del suo fondatore Gabriele Centazzo, per avere «tutto a portata di mano, tutto in ordine e in un attimo».

L’innovazione innanzitutto. Valcucine da sempre mette al centro della produzione e progettazione la ricerca sui materiali, volta a migliorare lo spazio e il modo di viverlo. Ogni collezione è pensata intorno all’uomo e al suo benessere, per realizzare massimo comfort e libertà di movimento, giungendo a soluzioni tecnologicamente avanzate, sottoposte a test qualitativi e di durabilità dei materiali, che garantiscono alta resistenza alla luce, al calore, agli urti e alle macchie.
È il caso del modello Artematica, realizzato nel 1988, con cui Valcucine lancia sul mercato la prima anta al mondo dotata di telaio in alluminio invisibile dall’esterno, più funzionale e allo stesso tempo maggiormente resistente e leggera. Negli anni ‘90 nasce Riciclantica, la cucina con anta a telaio in alluminio e pannello estetico con solo 2 mm di spessore, l’anta più sottile e leggera al mondo mentre nel 2018 viene presentata Logica Celata, un sistema a scomparsa di nuova concezione, che può ospitare diverse configurazioni funzionali, tra cui cucina, bar e area di preparazione, per una resa di grande impatto estetico ed efficienza.

Innovazione significa anche materiali unici e finiture esclusive, come la pietra abbinata al carbonio, la ceramica stratificata con il vetro, le lavorazioni del titanio, gli effetti metallici dei laccati graffiati, le infinite possibilità del vetro, che sono da sempre continua fonte di ispirazione per il brand.

Oltre a un’estetica ricercata e a una tecnologia avanzata Valcucine punta a una progettazione intelligente, che fa del rispetto dell’ambiente una cifra fondamentale fin dai tempi della fondazione del brand, quando ancora il concetto di “green” non era all’ordine del giorno, impegnandosi a contribuire concretamente a ristabilire un equilibrio fra l’essere umano e la natura. Oggi come allora Valcucine conduce una ricerca approfondita sui materiali e su tutta la filiera produttiva, ripensati per ridurre e ottimizzare gli scarti, nel rispetto del principio della dematerializzazione, ovvero del minore utilizzo di materie prime e ridotto consumo di energia. Procedimenti che hanno valso al brand numerosi riconoscimenti internazionali come la mappatura dei propri prodotti con il protocollo LEED®, la certificazione sul design sostenibile più diffusa al mondo.

Nell’headquarter di Pordenone non si parla solo di rispetto dell’ambiente ma anche di grande attenzione per le persone, guardando a ognuna di loro e alla comunità che ruota intorno all’azienda come a un universo complesso, portatore di storie individuali e di valori.

«Sostenibilità significa anche mettere al centro le persone – dichiara Maurizio Vianello, AD di Valcucine – non solo nello sviluppo del prodotto e delle sue funzionalità ma anche nelle relazioni. Ne è un esempio la pluriennale collaborazione con Fattorini a Roma: una partnership che parte da lontano, nel segno della sintonia e della condivisione totale di valori e che viene coronata dall’apertura di un negozio monomarca Valcucine. Siamo fieri di collaborare con questa realtà così stimata e radicata sul territorio, un punto di riferimento che offre il massimo della professionalità, serietà e supporto a clienti e architetti».